POLITICHE SOCIALI

Manifesto Sociale

WELFARE LOCALE

Occorre rafforzare gli interventi sociali, con l’obiettivo di rendere più semplice, esteso e rapido l’accesso dei cittadini e delle famiglie ai servizi, migliorando la correlazione tra rette/tariffe e reddito familiare effettivamente percepito. I costi dei servizi sociali comunali devono essere sostenuti non solo con specifiche e coraggiose scelte prioritarie di bilancio, ma anche con azioni di riorganizzazione dei servizi che ne consentano l’ulteriore razionalizzazione, senza sacrificio degli standard di qualità.

Per questo siamo contrari all’esternalizzazione dei servizi sociali alla Società della Salute.

Istituzione di un Fondo per la comunità di emancipazione sociale per far sì che gli interventi di solidarietà siano indirizzati al sostegno di situazioni di particolare sofferenza sociale. Per realizzarlo sono importanti le contribuzioni volontarie dei cittadini (anche con il sistema 5×1000) oltre che del Sindaco, degli Assessori e dei Consiglieri comunali .

Lotta allo spreco alimentare attraverso l’adesione al progetto Life Food Waste Stand Up, che mira a promuovere forme di sostegno a persone indigenti, attraverso il recupero e la donazione di prodotti non più commercializzabili ma ancora commestibili ad enti assistenziali e caritativi.

 SANITA’

Il Sindaco, massima autorità sanitaria locale, rappresentando il  Comune nella conferenza zonale dei Sindaci, ha voce in capitolo nella programmazione e nel controllo delle attività dell’ASL. Uno dei punti d’intervento deve essere la Casa della Salute che non deve essere un semplice poliambulatorio, ma qualcosa di più nel senso dell’integrazione tra medici di base, medici specialisti, infermieri e assistenti sociali per la gestione dei servizi territoriali a favore dei cittadini (secondo le loro particolari e individuali  esigenze di salute) e per le attività di prevenzione sugli stili di vita e per il miglioramento della qualità degli ambienti di vita e di lavoro. Pertanto il Sindaco dovrà farsi portavoce di tale nuovo paradigma – richiedendo all’ASL impegni concreti in questo senso – oltre che attivare un comitato di partecipazione popolare proprio sul funzionamento della Casa della Salute.

FAMIGLIA

La famiglia è la cellula più importante della società. Attraverso le famiglie, una comunità può custodire le proprie tradizioni e i propri saperi, e allo stesso tempo svilupparne di nuovi. Tutelare e promuovere la funzione sociale della famiglia è un impegno da tradurre in alcune scelte concrete:

  • Creazione di strumenti quali Sportello per la famiglia e Centri di ascolto o promozione di quelli esistenti;
  • Politiche di sostegno economico alla famiglia, soprattutto se vi sono al proprio interno disabili, anziani non autosufficienti, minori o lavoratori colpiti dalla crisi.

ASSOCIAZIONI

Attraverso l’aggregazione di uomini e donne in associazioni, i cittadini partecipano in modo determinante alla vita della comunità. Il compito di un Comune è quello di favorire la collaborazione e la sussidiarietà cercando di creare coordinamento e favorendo riunioni periodiche tra le varie associazioni.

  • Creazione di un database delle associazioni con il profilo e la presentazione di ciascuna associazione, utilizzando anche le nuove forme di comunicazione (social) per diffondere le loro attività e supportarle dove possibile con il Patrocinio del Comune;
  • Coinvolgere anziani attivi, disoccupati e gruppi disponibili per iniziative socialmente utili;
  • Prevedere l’introduzione del Regolamento del Volontariato Civico;
  • Promuovere l’istituzione di un evento annuale delle associazioni;

GIOVANI

Una società che non investe sui giovani non ha futuro. Riteniamo indispensabili alcune iniziative come:

  • Organizzazione di corsi di educazione civica sia nelle scuole che nelle associazioni;
  • Introdurre la figura dell’Operatore di strada per dissuadere le nuove generazioni dalle nuove dipendenze come gioco d’azzardo, alcol e droga;
  • Ricerca e pubblicizzazione di Borse di Studio per il sostegno economico per chi sceglie esperienze di studio o formazione all’estero.
  • Istituzione di sostegni economici (borse di studio o premi di laurea) per giovani che studiano il territorio e la sua possibile valorizzazione.
  • Convenzioni per ridurre il costo dei trasporti, dello sport e dell’accesso ai luoghi di cultura.
  • Prestito d’onore per incentivare l’imprenditoria giovanile (attraverso specifici programmi di microcredito)
  • Promozione di tutte le attività artistiche: come musica d’autore, musica classica, lettura di poesie, danza, teatro, pittura, design e la Street art all’interno del nostro Comune cercando di valorizzare le piccole realtà amatoriali già presenti sul nostro territorio; Il tutto potrebbe essere promosso nel periodo estivo in particolare all’interno della piazzetta Anna Magnani, con la collaborazione tra l’assessorato alla cultura e i gestori della Caffetteria Il Moderno.
  • Studiare la realizzazione di centri di aggregazione e di incontro offrendo spazi per la promozione di attività artistiche.

 DISABILITA’

Una Società responsabile deve prendersi cura delle persone. A cominciare dai più fragili, dai più esposti alle insicurezze economiche e alle fratture del tessuto sociale. In questo senso, contrastare le difficoltà delle persone disabili è una battaglia di civiltà che deve essere fatta propria da tutta la comunità.

  • Abbattimento delle barriere architettoniche ancora insistenti sul territorio;
  • Modificare la viabilità e la segnaletica nei centri urbani per migliorare la deambulazione in sicurezza (marciapiedi, rampe, parcheggi);
  • Migliorare ed implementare il servizio di trasporto offerto dal Comune;
  • Creazione di una rete delle associazioni di volontariato che operano nel settore per offrire dei punti di riferimento alle famiglie bisognose;
  • Incentivi, anche economici, alle associazioni ricreative, artistiche e sportive che operano con le disabilità per la gestione del tempo libero ma anche per l’attuazione di un programma educativo per l’inserimento sociale nelle scuole;
  • Promuovere e diffondere la cultura dell’inserimento attivo nella società sia attraverso il lavoro sia attraverso ogni forma di partecipazione ad attività anche di volontariato che sia di utilità alla comunità.

ANZIANI

  • Favorire le occasioni di socializzazione tra persone della terza età, promuovendo il loro apporto nel volontariato attivo;
  • Ispirandosi al progetto “C’è pasto per te”, organizzare un servizio di mensa presso i Circoli del territorio;
  • Prevedere un sistema di trasporto per favorire gli spostamenti degli anziani;
  • Assistenza domiciliare (coinvolgendo le associazioni di volontariato): spesa, acquisto farmaci ecc.
  • Promozione e diffusione della cultura dell’affidamento famigliare per anziani;
  • Promozione e creazione di laboratori occupazionali e socio-ricreativi per anziani, con l’obiettivo di offrire attività compatibili con le loro capacità, che stimolino l’anziano a contenere la perdita dell’autonomia e ad intrattenere relazioni sociali.

 SCUOLA

La scuola è il principale motore per la vita di una società civile ed è quindi necessario non solo riqualificare la scuola dandole nuova legittimazione sul territorio, ma anche valorizzare le esperienze di collaborazione tra scuola ed Ente locale, a partire da progetti comuni, anche nell’ambito di scambi culturali, progetti di sensibilizzazione e di solidarietà.

Ripristinare il servizio della mensa, gestito direttamente dal Comune  (con preferenza per generi alimentari a km zero e prodotti biologici) e riattivare il servizio di recupero del cibo non consumato a scuola per poi distribuirlo ad associazioni del territorio che provvederanno a donarlo alle famiglie in difficoltà.

Chiusura della scuola Materna di Via Bellini con relativa vendita e realizzazione di una nuova scuola Materna.

Verifica della sicurezza di tutti gli edifici scolastici con relativi interventi di messa a norma là dove necessari.

Organizzazione di iniziative, in collaborazione con l’ANPI, per promuovere e diffondere i valori della Resistenza.

Promozione di incontri nelle scuole per sensibilizzare i bambini/ragazzi su temi come violenza contro le donne, bullismo, ludopatia, omofobia, integrazione e  lotta alle mafie.

INFANZIA

La parte più sensibile della società umana è l’infanzia, per questo è importante promuovere i diritti dei bambini, anche tramite:

  • la possibilità, per un numero più ampio di bambini al di sotto dei tre anni, di fruire dei servizi educativi come i Nidi d’Infanzia e gli Spazi Gioco;
  • la nascita di uno spazio dedicato alle mamme e ai bambini sotto i 12 mesi, al fine di offrire le prime occasioni di socializzazione con altri bambini e altre mamme, anche per evitare situazioni di isolamento o disagio che si verificano dopo il parto;
  • il 20 novembre celebrare la Giornata Mondiale dell’Infanzia, con iniziative pubbliche e campagne di sensibilizzazione in collaborazione con le scuole.

 UNA POLITICA DI ACCOGLIENZA E DI CIVILTA’

Agliana sta diventando sempre di più una comunità interculturale:

  • Occorrono interventi a sostegno dell’apprendimento linguistico e dell’accoglienza scolastica, sportelli dedicati alle informazioni, alla compilazione delle pratiche in collaborazione con il terzo settore e reti locali più ampie.
  • Sulle politiche dell’accoglienza, è necessario fare un salto di qualità: mettere in campo iniziative simboliche capaci di far crescere consapevolezza, costruire cultura e conoscenza, favorire l’incontro e il dialogo interculturale.
  • Promuovere l’integrazione dei cittadini stranieri tramite la valorizzazione delle esperienze presenti sul territorio e la progettazione di interventi specifici;
  • Ricerca, in collaborazione con gli altri enti locali, di risorse a livello nazionale ed europeo per implementare i servizi esistenti e promuovere servizi innovativi.

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE

Necessità di promuovere nei cittadini una cultura del rispetto dei diritti umani e delle pari opportunità. Organizzazione di incontri nelle scuole e di iniziative volte a informare e sensibilizzare le persone su tematiche come violenza contro le donne, bullismo, ludopatia, omofobia, integrazione e  lotta alle mafie.

 

 

 

Annunci